Come & Quando

Una passeggiata alle isole Eolie

Ciao, siamo Pia, Paolo e Niky, l’equipaggio della goletta Walkirye. Queste poche righe vogliono essere un vademecum cui riferirsi per avvicinarsi ad un ambiente che molti non conoscono, una lista di “Come & Quando” che aiuterà tutti a creare quell’armonia di bordo indispensabile per gustare quest’avventura straordinaria. In un ambiente assolutamente domestico e tranquillo , cagnolino compreso (Papoo), navigheremo nell’arcipelago Eoliano. Questo il programma di massima che sarà ovviamente gestito con buonsenso da Paolo, a seconda delle condizioni meteo e delle sorprese che a mare non mancano mai.

Visiteremo:

STROMBOLI
L’isola di Sromboli detta la “perla nera”delle isole eolie.
Isola incontaminata, dalle spiagge di sabbia fine e nera,casette bianche e rocce frastagliate.bagnate da un mare di un blu intensissimo.
“Iddu” un vulcano attivo ,che dà vita a uno spettacolo magico e unico, fatto di esplosioni e lapilli visibili la notte, Il tutto sotto un poetico cielo stellato.
Il suo piccolo isolotto disabitato Strombolicchio,il suo piccolo paesino raggiungibile solo via mare Ginostra,i suoi tramonti violacei, attraggono tantissimi amanti della natura. Uscendo dal porto,lungo uno stradina che porta alla chiesa,vi troverete in mezzo a negozietti tipici e locali.

PANAREA
La più antica e la più mondana fra le isole Eolie.Elegante ed esclusiva, è la più piccola delle isole.
Circondata da una cornice di isolotti che creano un piccolo arcipelago: Lisca Bianca, Basiluzzo, Spinazzola, Dattilo, Lisca Nera e gli scogli delle Formiche.
S.Pietro, con la sua omonima chiesetta, è il cuore pulsante dell’isola: locali esclusivi come i negozi.Un tripudio di casette bianche,la bella spiaggia Cala degli Zimmari da dove parte un sentiero verso il promontorio di Cala Milazzese, dove è possibile visitare il villaggio preistorico con le sue 23 capanne risalenti al 1400 ac, per poi immergersi nelle cristalline acque di Cala Junco ( considerata la cala più bella di tutto l’arcipelago Eoliano ).

LIPARI
La più eterogenea fra tutte le isole.E’ il centro economico, logistico e culturale dell’arcipelago.
Piena di negozi, ristoranti, servizi.
Il museo archeologico,sintesi di unicità e storia, merita sicuramente la vostra attenzione.
Come la cattedrale di S.Bartolomeo, con affreschi meravigliosi, o il Palazzo dei Vescovi, o il chiostro Normanno.
Unici anche i faraglioni di Pietra Lunga e Pietra Menalda.
Isola a cui dedicare un pò di tempo,magari noleggiando uno scooter o una macchina per poter godere da terra le mille sfaccettature di questa grande isola.

SALINA
La magica e rilassante isola di Salina.
Sono tanti i posti da visitare: Pollara ( frazione di Malfa ) famosa per il film il Postino. Sorge sui resti di un antico cratere. La sua particolare ed emozionante spiaggia situata sotto una ripida scogliera a picco sul mare, certamente di una bellezza abbagliante.
Potrete visitare Leni, piccolo borgo che ha come frazione Rinella e Val Di Chiesa.
Rinella è un piccolo borgo di pescatori, e le sue barchette adagiate su una spiaggetta di sabbia nera, rendono questo luogo una piccola perla dove il tempo sembra non trascorrere.
Malfa, altro borgo situato nella costa settentrionale dell’isola, è caratterizzata da abitazioni bianche, che degradano lungo un pendio che porta a una piccola spiaggia di ciottoli e massi lavici ( porto detto Scario Galera ).Merita una visita la chiesa di Sant’Anna risalente al settecento. Negozietti e locali vi aspettano!
Potrete vivere il centro dell’isola Santa Marina di Salina, fatto di casette tipiche eoliane colorate ed incantevoli e i suoi negozietti caratteristici o rilassarvi davanti ad una granita.
Tappa obbligatoria il borgo di pescatori di Lingua, caratterizzato dalla presenza di un laghetto naturale di acqua salmastra con il suo seducente faro ( riserva naturale protetta ). Questo borgo si riflette lungo la passeggiata in una spiaggia di ciottoli con acque limpide.
Lingua è una terrazza sul mare, ricca di angoli suggestivi , locali famosi dove poter gustare la tipica cucina eoliana. Da non perdere assolutamente il famoso “Pane Cunzato” o la mitica granita.

VULCANO
Anticamente Therasia, poi Hero perche sacra al dio Vulcano da cui prende il nome (nome dato dai romani al dio)
L’isola è una fusione di alcuni vulcani. Il più grande è il Vulcano della Fossa, poi c’è Vulcanello.
Il Vulcano ancora oggi possiede fumarole, getti di vapore, (anche marini) e fanghi sulfurei terapeutici.
Su questa isola è possibile godere dei benefici delle acque termali e delle acque sulfuree – spiagge di sabbie nere.
La cime del vulcano può essere raggiunta a piedi in meno di un’ora, e la fatica sarà ripagata da un panorama mozzafiato e unico.

Ci sarebbe tanto da scrivere e consigliare su queste isole, ma vogliamo farlo quando sarete a bordo
Il consiglio che vi diamo è di godere di queste isole non solo via mare, ma anche via terra…!!! Le prospettive cambiano,ma entrambe sono assolutamente meravigliose.

Frascisco Paolo Comandante del Walkirye